L’idea e le esigenze

La struttura e l’organizzazione
Area Direzionale

Dipartimento di Gestione e Coordinamento
Area Ricerca

Il Progetto Dimostratore
Obiettivi
Articolazione
Area Diagnostica
Area Conservazione e Valorizzazione
Area Promozione e Fruzione

 
 
 

Area Conservazione e Valorizzazione

Le attività dell’Area Conservazione e Valorizzazione sono state finalizzate all’esame dei beni immobili e dei sistemi territoriali e sono state condotte attraverso lo sviluppo di metodi e strumenti per lo studio dell’ambiente costruito e del suo contesto naturale.

Il progetto dimostratore relativo a quest’area si è articolato in tre workpackages:

1) Sicurezza, Conservazione e Valorizzazione del costruito storico e archeologico, che, sviluppando la conoscenza del patrimonio costruito come documento di storia materiale, propone corrette attività di conservazione, tutela e manutenzione. Dallo studio delle vulnerabilità, sia naturali sia antropiche, scaturiscono metodiche per la prevenzione, conservazione e valorizzazione con protocolli di manutenzione programmata e sono studiate e applicate tecniche impiantistiche per il mantenimento dei parametri microclimatici e nuove tecniche di illuminazione naturale ed artificiale per l’ottimizzazione della conservazione e di una corretta fruizione, anche nell’ambito di una definizione delle linee guida per un progetto pilota di musei archeologici.
A quest’unità operativa hanno collaborato circa 30 ricercatori che afferiscono al Centro Interdipartimentale per i Beni Culturali dell’Università degli Studi di Napoli Federico II.

2) Procedure e progettazione integrata di tecnologie innovative per il recupero sostenibile facendo affidamento su competenze differenti, quali quelle implicate nella progettazione architettonica, ambientale e territoriale, nella storia ed il restauro dei centri storici, nell’energetica, nelle valutazioni d’impatto economico e ambientale, nelle tecniche costruttive con nuovi materiali.
A quest’unità operativa hanno collaborato circa 20 ricercatori afferenti ai Dipartimenti di Progettazione Architettonica e Ambientale e di Ingegneria Edile dell’Università degli Studi di Napoli Federico II.

3) Conoscenza e valorizzazione applicate in maniera integrata alle componenti architettoniche e naturalistiche per la ricostruzione delle interazioni fra costituzione fisica degli ambienti antichi ed attuali con la localizzazione e lo sviluppo degli insediamenti. Obiettivo è stata la valutazione delle possibilità di recupero del territorio, considerato come integrazione degli aspetti naturalistici, archeologici ed architettonici, in vista di una sua valorizzazione e salvaguardia per una fruizione ecocompatibile da parte del contesto sociale.
A quest’unità operativa hanno collaborato circa 40 ricercatori, esperti nei settori dell’archeologia, architettura, botanica, ingegneria, matematica, scienze della terra, zoologia e storia, afferenti al Centro Interdipartimentale per i Beni Culturali ed ai Dipartimenti di Scienze della Terra e di Biologia Vegetale dell’Università degli Studi di Napoli Federico II.


Torna sopra